Caricamento
Logo Mastri Birrai Umbri

Per entrare devi essere maggiorenne.
Sei maggiorenne?

Ruota il dispositivo

I nostri valori

La territorialità, l’autenticità e la passione.

Tre grandi valori che si fondono per creare un prodotto che va oltre i confini del gusto. Una birra unica e ricercata, che unisce secoli di cultura del gusto a un territorio ricco di sapori e tradizioni. Un’opera da assaporare e condividere.

Creatività

La curiosità e il desiderio di innovare sono più forti che mai per i Mastri Birrai Umbri. Un’attitudine che nasce da un’attenta selezione dei migliori ingredienti, da una lavorazione artigianale frutto di secoli di passione e dalla ricerca di abbinamenti e sensazioni sempre nuove.

 

Questo è il nostro lavoro, questa è la nostra birra.

La maltazione

Quando l’orzo si fa malto.

 

Nel rispetto delle antiche tradizioni birrarie abbiamo deciso di trasformare direttamente il nostro orzo in malto.

Dopo un accuratissimo processo di selezione e di pulitura, inizia la maltazione. L’orzo viene inumidito facendo sì che l’embrione al suo interno inizi la germinazione, sintetizzando enzimi che poi trasformeranno l’amido in zuccheri semplici.Un’attenta essiccazione determina aroma e colore del malto. Il processo si conclude con un’ulteriore maturazione di quattro settimane. Ora il malto è pronto per dar vita alle nostre birre.

Il Birrificio

Quando l’arte del saper fare incontra una tecnologia appassionata e una ricerca architettonica senza tempo, nascono capolavori dal cuore liquido, come il nostro birrificio.

Tra mattoni rossi, vetrate imponenti e acciai palpitanti, i battiti del nostro stabilimento pulsano incessantemente, dando vita non a semplici ricette, ma a veri e propri racconti da esplorare con i sensi.

Perché in questo tempio del gusto non fanno la differenza una sala cottura di ultima generazione, serbatoi fulgidi o la cornice mozzafiato della campagna umbra. La differenza qui la fanno i nostri Mastri Birrai, capaci di trasformare ogni giorno materie prime d’eccellenza in sogni per il palato, seguendo un’emozione che sa di buono. Perché è con i fatti che amano lasciare senza parole.